Lo spettacolo teatrale “Non è colpa della cicogna” è tornato dopo 2 anni al teatro Manzoni di Milano

Come ben sapete il weekend scorso eravamo a Milano e abbiamo assistito allo spettacolo Non è colpa della cicogna” al Teatro Manzoni di Milano. Dopo quasi due anni i teatri hanno riaperto le loro porte ai visitatori con il 100% di capienza. È stato un piacere aver ricevuto l’invito da parte del regista e autore dello spettacolo Pietro Clementi.

Ma riavvolgiamo un attimo il nastro 😉 A febbraio scorso ho ricevuto un messaggio in direct sul mio profilo Instagram, mi scriveva proprio Pietro chiedendomi se mi sarebbe piaciuto ricevere il suo libro “Non è colpa della cicogna”. E così è iniziata la nostra conversazione e ho scoperto che Pietro ha una sua compagnia teatrale: “Un teatro da favola”.  Questa compagnia si occupa esclusivamente di realizzare ed allestire spettacoli di teatro per bambini. Per essere sempre aggiornati, del loro programma, seguiteli sulla pagina FB Un teatro da favola. Pietro mi aveva raccontato questo spettacolo intitolato “Non è colpa della cicogna” è nato cinque anni fa e che ha avuto un grande successo, così hanno messo in scena diverse repliche.

Poi è arrivata la pandemia e come ben sapete i teatri hanno dovuto chiudere le loro porte. Pietro invece ha pensato bene di scrivere questo libro che si intitola appunto come lo spettacolo “Non è colpa della cicogna” – Gallucci Editore. Un bel libro che racconta ai bambini nella maniera più semplice e naturale possibile come nasce un bambino. Al papà, dopo l’iniziale smarrimento, quando la figlia gli chiede come nascono i bambini, viene l’idea di mettere in scena il momento del concepimento e, grazie a questa trovata, riesce a rispondere in maniera naturale – e soprattutto senza ricorrere ad api, fiori e cicogne – al quesito della bimba.

Pietro ripercorre insieme alla figlia Alice la storia d’amore che ha portato alla sua nascita. Nel ricordo di un’estate di qualche anno prima, mamma e papà entrano in scena accompagnati dagli ovuli e dagli spermatozoi. Per raccontare, tra risate e commozione, la più bella favola del mondo. Io ho letto prima il libro e dopo ho visto lo spettacolo e vi posso assicurare che ho riso e pianto in entrambi casi per alcuni momenti estremamente delicati. È stato davvero emozionante vedere gli attori recitare divertendosi e ogni tanto coinvolgevano anche i bambini e i genitori, così da farci sentire tutti una parte dello spettacolo.

È stato poi un immenso piacere avere Pietro con me in una delle puntate di “Mi chiamo Dragana”, dove ha parlato del suo lavoro e di tutto quello che fanno. La cosa importante è che i teatri abbiano finalmente riaperto le loro porte e se siete interessati il 30 ottobre potrete assistere a ben due spettacoli per i bambini al teatro Manzoni di Milano. Questi spettacoli non sono solo divertentissimi sia per grandi che per piccini, ma hanno anche un messaggio educativo per i bambini: Il rispetto dell’altro; l’inclusione di una cultura diversa; l’arricchimento nelle diversità. In più, nel secondo capitolo, si parla anche del “diffidare sempre dagli sconosciuti che si avvicinano ai bambini”.

Il 30 ottobre al Teatro Manzoni di Milano, alle 15.30, vi aspetta “La famiglia Transylvania 1” lo spettacolo dura 1 ora e poi ci sarà anche la sfilata di maschere. E alle 17.30, invece, inizierà “La famiglia Transylvania 2” che dura sempre 1 ora e al seguito un’altra sfilata di maschere. Potete assistere solo ad uno dei due spettacoli oppure potete vederli tutti e due. Sul sito di Teatro Manzoni potete prenotare i vostri biglietti.

Alla fine dello spettacolo i bambini potranno conoscere e fotografare il Simpaticissimo Conte Dracula, il Pasticcione Zio Frankenstein, la dolcissima Nonna Lupo e tutti gli altri protagonisti. Adatto ai Bambini dai 2 ai 99 anni! Una commedia esilarante, per grandi e piccoli, che in maniera semplice e diretta trasmette allo spettatore un grande messaggio contro il razzismo.

Siete pronti a vedere questo spettacolo straordinario? Io purtroppo non riuscirò ad esserci, ma invito tutti voi che siete a Milano e dintorni di andarci 😉

image_pdfScarica